8 Marzo – Tu, Donna …

Tag

, , ,

TU Donna …

Fallo.
Indossa quel vestito
troppo stretto.
Sciogli i capelli.
Alzati e balla.
Trova ragioni per ridere.
Fai l’amore.
Crea qualcosa di bello.
Parla.
Riconosci il tuo valore.
Non scusarti più per la tua
magia e smetti di nascondere
la tua luce.
Amati.
Perdonati.
Fai spazio all’imprevisto.
Smetti di aspettare il momento giusto, fallo ora.
Ignora quello che la gente pensa di te.
Perchè alla fine sarai tu a dover rispondere
per tutte le cose che non hai detto,
le persone che non hai amato,
le cose che non hai fatto
ed i luoghi dove non sei andato.
Fallo, adesso.

– Brooke Hampton –

Nota; Se non puoi essere la penna per scrivere la felicità di qualcuno, cerca di essere la gomma per cancellarne la tristezza.

 

Non Serve

Non Serve

Cercare il paradiso
con tutta la rabbia
che ho addosso,
cercare di arrivare
dove tuttora so
che non posso
non è un insolito paradosso.
Il cercare talvolta
mi ha tagliato le gambe
le ha fatte cedere di colpo entrambe
in mezzo ad una strada
piena di piccoli sassi
che erano tanti piccoli guai
che nascondevano pene
che non mi sarei aspettata mai.
Ho voltato l’angolo
sì, procedo a rilento
ma a volte vi giuro
che corro come il vento
che strana pazzia
l’inconcludente vita mia
se tornare in dietro servisse a qualcosa
ma non si può
e sulle rive di un fiume di passione
stanotte dormirò
guarderò la corrente
spazzare la mia mente
e tornerò davanti a me stessa
come una persona coerente
tanto fuggire ormai …

non serve più a niente.

A good Day

Pensi che oggi sia una giornata come tutte le altre nella tua vita?

Non è solo una delle tante
è il giorno che ti viene dato oggi
è dato proprio a te
è un dono
è l’unico dono che hai ora
è l’unica risposta appropriata
è la gratitudine
se non fai altro che coltivare
quella risposta tramite il grande dono
che è questo giorno unico
se impari a rispondere
come se fosse il primo giorno nella tua vita
e come se fosse l’ultimo
allora avrai trascorso questo giorno davvero bene
comincia con l’aprire gli occhi e sorprenderti
del fatto che hai occhi che puoi aprire
quell’incredibile gamma di colori
che costantemente ci viene offerta
per la nostra delizia.
Guarda il cielo …

Raramente guardiamo il cielo

Raramente osserviamo quanto sia diverso
da un momento all’altro
con le nuvole che vanno e vengono
ci limitiamo a pensare al tempo
ma anche pensando al tempo
non pensiamo alle sue
tante sfumature
pensiamo solo in termini di tempo buono
e tempo brutto
il tempo di questo giorno in questo momento
è unico e particolare
forse non sarà proprio così
mai più
la forma delle nuvole nel cielo
non sarà più com’era …

Apri gli occhi! Guarda!

Guarda i volti delle persone che incontri
ognuno ha una storia incredibile
dietro il suo volto
una storia che non riusciresti
mai ad afferrare completamente
non solo la storia di quella persona particolare
ma la storia dei suoi antenati
le radici di ognuno di noi
risalgono da molto lontano
e proprio ora, proprio in questo giorno
tutte le persone che incontri
tutte quelle vite da generazioni
e da tanti posti in tutto il mondo
scorrendo si congiungono e ti incontrano qui
come acqua, sorgente di vita

Basta che apri il tuo cuore e bevi

Fermati un momento

Apri il tuo cuore ai doni incredibili
che la natura ci dona

Fai scattare un interruttore
ed ecco la luce elettrica
apri un rubinetto
ed ecco l’acqua calda
o fredda, acqua potabile
E un dono che milioni e milioni
nel mondo non sperimenteranno mai

Questi sono solo alcuni
di un vasto numero di doni
ai quali puoi aprire il tuo cuore
E così vorrei che aprissi
il tuo cuore a tutte queste benedizioni
e che lasci scorrere dentro di te
in modo che tutti quelli che incontri oggi
siano benedetti dall’averti incontrato
dal tuo sguardo
dal tuo sorriso
dal tuo tocco

semplicemente dalla tua presenza

che la gratitudine trabocchi
in benedizioni tutt’intorno a te
e allora sarà davvero una buona giornata.

“A good Day” – Brother David Steindl-Rast

Riflettendo in armonia … ♡

A volte dimentichiamo della nostra fortuna che
ci è stata donata e non la sappiamo aprezzare.
Ogni giorno che viviamo che sia bello o brutto,
è una benedizione e va vissuto a pieno, ringraziando,
osservando con rispetto, quel che ci vien donato! ELisa

Il Lupo

Il Lupo

Belva terribile,

padre affettuoso
Cacciatore implacabile
Compagno fedele,
Braccio del branco,
individuo unico
Terrore notturno, simpatica canaglia
Oscuro signore dei
boschi
Personaggio di fiaba.
Zanne d avorio, istinto infallibile
Occhi di brace, limpida intelligenza
Sangue di ghiaccio, cuore ardente
Ombra tra le ombre della notte.
Splendore della natura
Terribile e
perfetta, fiera purezza
Ululo alla luna il dolore,
e tuttavia
la
gioia del vivere.
Sono io il Lupo

Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Parole in movimento

Parole in movimento
ho la testa sempre tra le nuvole, tanti … tanti sogni e …

PAROLE IN MOVIMENTO

Lasciati cullare
dal canto delle onde
e fermati in ascolto!

E’ il vento che ti parla
muovendosi leggero
in spirali d’aria

Lo senti questo lento espandersi
con quanta malia scorre
nelle vene dell’ignoto?

E’ un suono
che oscilla senza fine
appena un po’macchiato
di cielo e nostalgia

Ti dice!

Ascoltami ti prego
spargo i tuoi colori
là dove le correnti
si confondono e s’intrecciano
in tenui fili di memoria…

[E il silenzio ]

in muta preghiera
dal fondo del tuo cuore
s’inerpica tra nuvole di seta

– ciò che abbiamo amato-
e poi vanamente perso…

Fattosi adesso tremulo respiro
di costellazioni accese
all’alba della vita

a infrangersi sulla spiaggia
come musica
dentro al senso delle cose

Poesilandia©Poesia con Amore

19/09/09

Il tempo scandito

Amarezza di vita non vissuta
Mentre il vento scuote i suoi capelli
Turbolenze di ricordi e rimpianti
Sul suo cuore aggrappato alla speranza
Fuochi di mille colori e musiche lontane
Incendiano la notte
Ma non sciolgono il ghiaccio che avvolge
Il suo vivere
E vorrebbe dire, e vorrebbe fare
Forse solo amare
E mentre scorre il tempo scandito
Da un mondo virtuale
Si lascia andare al niente
Come se questo suo vivere
sia come consegnarsi alla morte.

Tra le righe …

Cammino tra le righe di un antico pentagramma
dove timida l’onda del mare scrive da millenni
musiche senza tempo.
Un eterno susseguirsi di note d’amore
scritte a un cielo blu come il cobalto
cancellate dalla stessa mano
come le inutili rime di un illuso poeta,
ne ascolto la dolcezza mentre tra le righe
percorro quell’instancabile canto
recitato al cielo
come a un amante irraggiungibile
prima che si dissolva per l’ennesima volta
tra le calde lacrime di un mare d’amare.

Signore, io non so fare tante cose

Signore, io non so fare tante cose

Signore, io non so fare tante cose,
per questo motivo affido a te ogni parola,
azione, risposta, opera, abbraccio, sorriso, carezza, lacrima
e preghiera che non ho saputo dire, donare, accogliere, asciugare, …
Tu non Stai fermo mai e con questa certezza nel cuore
so che disporrai al meglio quello che io non sono riuscita nemmeno ad iniziare
o a finire a causa della mancanza di aiuto e di difficoltà che il mondo mi ha messo  come ostacoli.
Gesù ripara ciò che ho rotto, finisci ciò che ho iniziato,  inizia quello che Tu vuoi io continui, affinché ogni cosa sia messa a posto nella Volontà di Dio …
Amen.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 633 follower